ATTENZIONE... IN QUESTO SITO SONO ARCHIVIATI I CONTENUTI DELLA RIVISTA DAL 2008 AL 2011. CLICCA SOPRA PER PASSARE AL NUOVO SITO. GRAZIE










Mobile identification


Latteria Montello (produttore dei formaggi freschi Nonno Nanni) ha adottato un sistema di automazione “Mobile” per l’identificazione e la rintracciabilità dei materiali fornito da Altevie Technologies*.
È riuscita così a gestire in maniera più efficace tutte le fasi di confezionamento del prodotto, tracciando i materiali coinvolti nei vari processi aziendali, fino alla consegna al cliente.

Il sistema studiato da Altevie Technologies si basa sull’utilizzo di barcode e tecnologie wireless con terminali in radiofrequenza (tipo PDA) interfacciati a SAP. Grazie all’implementazione di questa soluzione, Latteria Montello ha potuto ottimizzare le fasi di imballaggio e prelievo, velocizzando al contempo le operazioni di stoccaggio. 

Imballaggio
- L’operatore di magazzino prende in carico le consegne da evadere attraverso un terminale in radiofrequenza su cui visualizza sia l’elenco dei materiali da prelevare sia la loro posizione nonché gli imballi eventualmente già creati per la consegna alla quale sta lavorando.
Una volta creato il pallet, e segnalato sul terminale, il sistema crea un codice HU (Handling Unit) con la numerazione prevista per il SSCC (Serial Shipping Container Code), e successivamente stampa l’etichetta da apporre sulla pedana. 
In questo modo, l’operatore può visualizzare sul terminalino le posizioni delle consegne, controllando in tempo reale tutti gli step previsti per ognuna di esse. Può inoltre modificare gli imballi creati richiamando direttamente il codice SSCC.
Terminato il processo di confezionamento, tutti i dati elaborati localmente vanno a modificare la consegna in SAP. In contemporanea all’aggiornamento della consegna avviene anche la generazione di uno o più codici HU associati a una nuova posizione, che identifica cosa è stato imballato e come.

Carico merce - Una volta concluso il confezionamento, la merce viene trasferita al punto di carico automezzi. Qui si caricano i camion e si verificano - mediante lettura del codice a barre - i dati riguardanti gli SSCC creati per la consegna e i pallet caricati.

Gestione gadget - Il sistema adottato offre anche la possibilità di spedire ai clienti non solo prodotti finiti ma anche gadget, locandine o kit promozionali, non realizzati nelle linee di confezionamento. L’operatore può eseguire infatti il prelievo di questi materiali tramite terminalino, leggendone direttamente il codice a barre. I materiali vengono posti in un’unità d’imballo a parte e caricati successivamente sugli automezzi.

SFOGLIA ONLINE LA RIVISTA

imballaggio rivista packaging