ATTENZIONE... IN QUESTO SITO SONO ARCHIVIATI I CONTENUTI DELLA RIVISTA DAL 2008 AL 2011. CLICCA SOPRA PER PASSARE AL NUOVO SITO. GRAZIE










Convergenza di tecnologie



Dalle soluzioni di automazione su base PC ed EtherCAT, con particolare attenzione al software di automazione TwinCAT 3, al condition monitoring, alle soluzioni safety per il mondo IP67, senza dimenticare i nuovi servoterminali EL7201 per EtherCAT.  Beckhoff Automation Srl presenta a SPS/IPC Drives Italia un’offerta diversificata e ricca di novità.

«Nonostante l’impasse in cui si trovano le fiere italiane dedicate all’automazione - sostiene Pierluigi Olivari, Managing Director di Beckhoff Automation Srl - il mercato ha avvertito la necessità di un evento specializzato e dai contenuti forti. Beckhoff ha quindi accolto con favore la decisione di “importare” in Italia una manifestazione di successo come l’SPS/IPC Drives nata a Norimberga. E ha creduto così tanto in questa opportunità, da aderire insieme ad altri nomi di spicco dell’automation, all’Advisory Panel che collabora con Messe Frankfurt. Auspichiamo quindi che la SPS italiana (Parma, 24-26 maggio 2011) si confermi, nel breve periodo, un’occasione di scambio tecnologico di qualità, un luogo d’incontro privilegiato tra utenti e fornitori di automazione».
Per l’occasione, Beckhoff porta in fiera alcune novità significative, a livello di  software, di tecnologie per la sicurezza e di prodotti compatti per il motion control.

Software di automazione - Con la nuova generazione di software TwinCAT 3, Beckhoff ha adattato all’automazione una tecnologia tradizionalmente legata al settore IT. TwinCAT 3 è la naturale evoluzione del software di automazione TwinCAT 2, utilizzato già da diversi anni in numerose applicazioni.
Oltre alle espansioni orientate agli oggetti ai sensi della IEC 61131-3, insieme ai linguaggi C e C++, sono ora disponibili i linguaggi del mondo IT. E, grazie al collegamento di Matlab®/Simulink®, il software approda alle applicazioni scientifiche. I moduli realizzati in linguaggi differenti girano ora in un eXtended Automation Runtime (XAR) comune. Questa funzionalità offre condizioni real-time complesse sfruttando la tecnologia multicore e il supporto di sistemi operativi a 64 bit. L'implementazione di moduli TwinCAT 3 e la configurazione dell'intero sistema avvengono in ambiente eXtended Automation Engineering (XAE), su Visual Studio di Microsoft. Tutto questo sarà possibile a partire dall’estate 2011.

Tecnologia safety - La soluzione di sicurezza TwinSAFE, già parte integrante dei dispositivi IP20 di Beckhoff (Bus Terminal ed EtherCAT), ora entra nel mondo IP67 grazie al modulo EtherCAT EP1908: un connettore M12 permette di collegare fino a otto sensori di sicurezza a un modulo.
Fulcro del sistema è il terminale TwinSAFE Logic (IP20), che esegue i collegamenti logici dei segnali rilevati. Grazie al software di automazione TwinCAT si configurano e programmano le funzioni safety, che poi vengono caricate su un terminale TwinSAFE Logic, come ad esempio il KL6904 (Bus Terminal) o l’EL6900 (Ether-CAT), attraverso il sistema fieldbus.
Tutti i dispositivi di sicurezza comunicano con questo terminale logico. I function block certificati dei terminali TwinSAFE Logic consentono di realizzare tutti i task safety in modo semplice ed economico.

Soluzioni compatte per il motion control - Con il servoterminale EL7201 Beckhoff amplia l’offerta di prodotti compatti per il Motion Control per la gamma di I/O: oltre ai terminali per motori passo-passo, a corrente alternata e a corrente continua, lancia così sul mercato una soluzione per task di posizionamento che richiedono un'elevata dinamicità. Caratterizzato da un design estremamente compatto (12 mm), l’EL7201 con interfaccia resolver offre prestazioni "servo".
La tecnologia di controllo veloce e integrata, insieme a un controllo di corrente a orientamento di campo e a un controllo di velocità proporzionale-integrale, supporta operazioni di posizionamento altamente dinamiche.
Oltre al collegamento diretto di motore e resolver, è possibile collegare anche un freno di stazionamento. Come carico si possono utilizzare motori sincroni a magneti permanenti con corrente nominale di massimo 4 A.

Il monitoraggio continuo di numerosi parametri, quali sovratensione, sottotensione, sovracorrente, temperatura del terminale e carico del motore, offre la massima sicurezza di esercizio.
I moderni semiconduttori di potenza garantiscono una dissipazione di potenza minima e, durante la frenatura, consentono di recuperare energia nel DC-Link. Il servoterminale è completamente integrato nel software di automazione TwinCAT di Beckhoff e permette di effettuare comodamente la parametrizzazione. Questa avviene mediante il profilo CAN-over-EtherCAT (CoE) nel caso un master provenga da terzi.
I servoterminali coprono un ampio spettro di applicazioni per task di posizionamento: dalle macchine per imballaggio, alle catene di montaggio automatiche, fino ai minirobot. Inoltre, con il servoterminale EL7201, l'offerta di servoamplificatori diventa ancora più scalabile: dal più piccolo fino a 200 W (nel terminale EtherCAT), fino all’AX5000 da 118 kW.                   

BECKHOFF IN BREVE - Il quartier generale della Beckhoff Automation GmbH è situato a Verl (D). I primi dati 2010 parlano di un fatturato realizzato a livello internazionale di 340 milioni di euro, con oltre 1.600 dipendenti che operano in 70 Paesi (28 filiali e molteplici uffici di rappresentanza). La filiale italiana - Beckhoff Automation Srl - è sotto la guida del Managing Director Pierluigi Olivari.

SFOGLIA ONLINE LA RIVISTA 

imballaggio rivista packaging