ATTENZIONE... IN QUESTO SITO SONO ARCHIVIATI I CONTENUTI DELLA RIVISTA DAL 2008 AL 2011. CLICCA SOPRA PER PASSARE AL NUOVO SITO. GRAZIE










Crescono le etichette autoadesive



Prosegue in Europa il trend di crescita dei materiali per etichette autoadesive, già iniziato nel 2010 e che fa presumere oggi un assestamento ai livelli pre crisi. Finat (associazione mondiale dei produttori e trasformatori di etichette autoadesive) ha infatti registrato un volume complessivo di circa 5,7 miliardi di m2 nel 2010: il che equivale a un +11,4% rispetto al 2009, e a un +3,5% rispetto al 2007.

La crescita si spiega nella ripresa della domanda di materiali in bobine per etichette a base carta (9,5%), che rappresenta il 70% circa della domanda globale di materiali per etichette autoadesive.
Non meno importanti i risultati ottenuti nel 2010 dai film per etichette (PE, PP e altri): secondo Finat la domanda è cresciuta infatti del 15,3% rispetto all’anno precedente.
Artefici di questo trend positivo sono stati i paesi dell'Europa orientale e meridionale (tra cui la Turchia), che hanno registrato, rispettivamente, una crescita del 20,6% e del 13%.
Nelle regioni in cui il settore è maturo, la crescita ha oscillato fra il 4,5 e l’8,5%, sebbene Germania, Paesi Bassi, Italia e Spagna abbiano registrato un incremento a due cifre.
L’ottimismo complessivo è stato però moderato dalla pressione sulle materie prime, che si è verificato nel corso degli ultimi mesi del 2010 e che ha generato un aumento di prezzi: +20-25% per la polpa di cellulosa e +25-35% per le resine LDPE, PP e PET. I polimeri necessari alla produzione di adesivi sono aumentati addirittura del 65-75% e anche i fornitori di inchiostri hanno annunciato aumenti del 30%. La pressione si sta tra l’altro intensificando a causa dell’aumento del prezzo del greggio, a seguito delle recenti tensioni nel mondo arabo.
Il risultato è che i membri Finat si sono trovati spesso ad affrontare in corso d’opera modifiche trimestrali dei prezzi o addirittura “prezzi spot” su materiali non ancora consegnati.

imballaggio rivista packaging