ATTENZIONE... IN QUESTO SITO SONO ARCHIVIATI I CONTENUTI DELLA RIVISTA DAL 2008 AL 2011. CLICCA SOPRA PER PASSARE AL NUOVO SITO. GRAZIE










Specializzati e completi



Etipack ha illustrato a Interpack (e con successo) molte linee di prodotto; tra i punti di forza del costruttore italiano, la “fedeltà” al core business tradizionale dell’etichettatura e l’aggiornamento specifico dei sistemi dedicati al farmaceutico.

Criteri progettuali all’avanguardia e massima affidabilità operativa stanno alla base delle soluzioni di etichettatura e codifica messe a punto nel tempo da Etipack. Occhio di riguardo, a interpack, ai sistemi di etichettatura per il settore farmaceutico, a partire da Pharmatrace.
Studiato per ottemperare alle recenti disposizioni di legge relative alla tracciabilità, Pharmatrace effettua la codifica ink-jet direttamente su scatole di cartone e verifica, tramite un apposito sistema di visione le informazioni del Datamatrix e dell’etichetta, archiviandole in un apposito database (per applicare il bollino farmaceutico può essere aggiunta un’etichettatrice opzionale). Produce 300 astucci sovrastampati, etichettati e controllati al minuto.
Interesse ha suscitato anche Sistema 9, sistema di etichettatura automatico studiato per movimentare cartoncini, buste, pieghevoli, astucci stesi, tessere, prelevati in automatico da un magazzino di carico e trasportati in orizzontale su un sistema di trasporto a depressione. Disponibile nella versione con movimentazione alternata o continua, supporta sfogliatori, etichettatrici e gruppi stampa per distribuire, etichettare e stampare i prodotti.

Ampio spettro di proposte -  Competitive e flessibili anche le altre soluzioni tecnologiche portate in fiera, a rappresentare la completezza della gamma merceologica delle macchine costruite da Etipack. 
• Alla voce “sistemi di etichettatura” citiamo, anzitutto, il recente Sistema 1, che lavora su prodotti cilindrici di qualsiasi materiale con etichette avvolgenti o semi avvolgenti. Compatto e flessibile, è composto da un corpo macchina di dimensioni ridotte e da un nastro di trasporto con motore a velocità variabile, completo di guide di convogliamento. Il dispositivo di rotazione utilizzato, insieme alla contro sponda, permette di etichettare il prodotto che, ruotando, avanza sul nastro di trasporto. Sostituendo la contro sponda con due rulli di contrasto, lo stesso dispositivo consente di etichettare il prodotto facendolo ruotare su stesso e rendendo così possibile applicare, con estrema precisione, anche le etichette più lunghe.È equipaggiato con Surprise, progettata per applicare etichette di larghezza fino a 130 mm a una velocità max di 30 m/minuto.
A seguire, il sistema 4/2 Slim per l’etichettatura di prodotti piatti come i vassoi: in fiera era configurata con una print&appy Stick, completa di un’unità Original per applicare una seconda etichetta sul fondo del prodotto. 

• Tra i dispositivi pick & place, la serie Clippy è composta da dispositivi “presa e posa” per la distribuzione di coupon, promozionali, bustine termosaldate, pieghevoli, piccoli oggetti regalo realizzati con carte patinate non porose. In particolare, Clippy BR alimenta in continuo macchine incartonatrici, e posiziona e conta in automatico i prodotti da confezionare. Disponibile in versione pneumatica o con motore brushless.

• Svariate le proposte anche in fatto di alimentazione: equipaggiato di motore brushless per operare alle velocità richieste dalle linee di confezionamento, il feeder Whizzy 210 BR O separa e distribuisce in automatico coupon, folder e oggetti promozionali.
Whizzy Cut & Feed è invece studiato per il taglio e l’inserimento di bustine. Alimentato con bustine a nastro continuo predisposte in bobina o fan folded, effettua il taglio nell’area di saldatura  dopo aver letto un’apposita tacca.

• Tra i distributori semi-automatici, Junior assicura massima precisione e velocità d’applicazione di etichette adesive.

• A interpack non mancava GoCard, stampante da banco a trasferimento termico per cartellini sfusi fustellati di vario materiale, formato e grammatura.
• Infine, ricordiamo, il frutto di un lavoro di sviluppo attento alla sostenibilità: la print&apply SA2000 linerless, che offre spunti interessanti in termini di risparmio di materiale ed efficienza. Etipack la produce su licenza di 3M.  

Etipack SpA (Cinisello Balsamo, MI). Dispone di 2 impianti produttivi in Italia e 1 nella Repubblica Ceca, filiali dirette in Francia, Germania e Olanda e partner in Repubblica Ceca, Ungheria e Brasile, oltre a un network di vendita e assistenza che copre oltre 30 paesi in tutto il mondo.

SFOGLIA ONLINE LA RIVISTA

imballaggio rivista packaging