ATTENZIONE... IN QUESTO SITO SONO ARCHIVIATI I CONTENUTI DELLA RIVISTA DAL 2008 AL 2011. CLICCA SOPRA PER PASSARE AL NUOVO SITO. GRAZIE










Una business community



Il mondo Ipack-Ima si amplia e cambia, pur mantenendo fede ai motivi fondamentali che ne hanno scandito la crescita e che hanno contribuito a renderla un luogo di incontro strategico per gli operatori internazionali del processing e del packaging. Ipack-Ima partecipa a interpack con un proprio stand, promuovendo la prossima edizione in programma dal 28 febbraio al 3 marzo 2012.

Confermandosi mostra di sistema completa (e leader mondiale nel segmento pasta secca), accoglie soluzioni tecnologiche sia per il settore alimentare che per il non food e dà così vita a una grande comunità professionale fatta dai fornitori di tecnologie e dalle imprese utilizzatrici che si incontrano per fare business, condividere conoscenze e promuovere innovazione. Rinnovata l’attenzione ai temi trasversali della sicurezza e della sostenibilità,  Ipack-Ima 2012 parte “con il piede giusto”. Forte del sostegno, a vario titolo, di Anima, Adepi (Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta italiane), Assofood e Istituto Commercio Estero, conta fin d’ora anche sul patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali, del Ministero dello Sviluppo Economico, di Unido (United Nations Industrial Development) e del WPF (World Food Programme): si tratta di riconoscimenti significativi, che ne attestano l’eccellenza di contenuti e forma, come ha peraltro sottolineato il neo presidente 2012, Paolo Barilla, ricordandone la storia cinquantennale.

Una storia che, a ben vedere, è già proiettata al futuro: Ipack-Ima 2015 si svolgerà infatti dal 19 al 23 maggio, in piena Expo e in perfetta sintonia con il tema della grande esposizione mondiale “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”. Il portato tecnologico della manifestazione ne uscirà arricchito, anche grazie a un percorso di “avvicinamento” scandito da eventi di approfondimento sulle soluzioni d’imballaggio e sul loro ruolo fondamentale per la conservazione e la sicurezza alimentare.
 
Il mondo Ipack-Ima - Accanto ai tradizionali settori merceologici - macchine di processo, riempimento e confezionamento, material handling e logistica, etichettatura e tracciabilità, materiali e consumer packaging, imballaggi industriali e protettivi, servizi - l’edizione in programma nel 2012 avrà posto  anche per l’area “package printing”, dove costruttori di macchine e sistemi per la stampa di imballaggi ed end user potranno stabilire un dialogo immediato.
Inoltre, sempre per favorire il contatto tra operatori, ha affinato lo strumento comunicativo delle Business Community, con l’intento dichiarato di sostenere una forma di aggregazione che abbia il senso della partecipazione. Sulla home page del sito  www.ipack-ima.it, il link "Entra nella business Community" invita il mondo industriale a interagire attivamente, mettendo in relazione domanda e offerta di soluzioni tecnologiche sulla base di applicazioni concrete e consentendo così a espositori e visitatori di ottimizzare la propria partecipazione alla mostra. Identificate per grandi aree tematiche, le BU sono, per la precisione, 9: Grain Based Food, Dairy Products, Beverage, Confectionary, Vegetable & Fruit, Fresh and Conveniente Food, Health & Personal Care, Chemicals - Industrial & Home, Industrial & Durable Goods. Di ognuna viene reso un quadro di mercato sintetico nonché le potenzialità di sviluppo e, sulla base dei dati raccolti durante l’edizione 2009 dell’evento milanese, anche il grado di interesse espresso dai visitatori e la loro provenienza geografica nonché le percentuali sulla ripartizione merceologica degli espositori. 
Altra première di Ipack-Ima 2012 sarà l'Innovation Corner, zona riservata alle aziende che vogliono presentare novità tecnologiche.

imballaggio rivista packaging