ATTENZIONE... IN QUESTO SITO SONO ARCHIVIATI I CONTENUTI DELLA RIVISTA DAL 2008 AL 2011. CLICCA SOPRA PER PASSARE AL NUOVO SITO. GRAZIE










Marzo 2008



1) Slow vuol dire lento. Lo sanno tutti: in Inghilterra e in America anche i bambini. In Italia una mamma su tre lo sa tradurre. Slow non vuol dire: accurato, ben fatto, di qualità, efficiente. Su questo è necessario essere chiari. Che non ci siano più errori, altrimenti si può essere portati a credere che fast significhi malfatto, scadente, tirato via. Slow vuol dire che ci vuole tanto a farlo, o che bisogna chiacchierare mentre lo si fa e dirsi l’un l’altro che il mondo è bello e che a lavorare cosa ci si va a fare. Nelle banalità è il vero. Quella di oggi è che le cose possono essere fatte bene anche quando sono fatte velocemente. Alcune, addirittura, possono essere fatte bene solo se velocemente.

imballaggio rivista packaging