ATTENZIONE... IN QUESTO SITO SONO ARCHIVIATI I CONTENUTI DELLA RIVISTA DAL 2008 AL 2011. CLICCA SOPRA PER PASSARE AL NUOVO SITO. GRAZIE










Il futuro? È già qui



Nuove macchine, procedure ottimizzate, accordi di cooperazione più forti, buoni risultati di vendita nei primi mesi dell’anno: all’indomani della profonda ristrutturazione che ha visto l’ingresso di nuovi soci, Rovema affronta con ottimismo il proprio futuro, facendo leva su un know how tecnologico di prim’ordine, sullo sviluppo di soluzioni all’avanguardia e sul servizio.

Come ha avuto modo di dichiarare Thomas Becker, managing partner, il “nuovo corso” di Rovema sembra essere iniziato sotto i migliori auspici: «Attualmente, nello stabilimento di Fernwald, lavorano 340 dipendenti, il volume degli ordini è addirittura superiore al previsto, e l’aspettativa di raggiungere un fatturato di oltre 45 milioni di euro è realistica».

Risultati tutti improntati all’ottimismo, dunque, anche grazie al fatto che, dall’inizio dell’anno, Rovema ha presentato al mercato molte novità, segno della capacità di innovazione espresso da un’azienda che, in primo luogo, ha saputo “innovare” se stessa.
«Le competenze acquisite nel corso del tempo e il nome della nostra società continuano ad avere un certo peso nel mondo del packaging» aggiunge Becker. Un esempio di quanto la tradizione sia ancora determinante, arriva dall’accordo stipulato con Siemens, in relazione alla fornitura dei sistemi di azionamento e controllo. «I clienti Rovema potranno contare sul fatto di avere una macchina dotata di tecnologie collaudate e sviluppate da società specializzate, al di là delle soluzioni tecniche richieste, magari su misura.

Ma stiamo anche guardando alla possibilità - anticipa Becker - di dar vita a un altro tipo di collaborazione con la divisione confezionamento di Bosch o, ancora, di stipulare un accordo di licenza per le buste Stabiloseal (confezioni a fondo quadro, con bordi saldati a garanzia di stabilità). Si tratta, in ultima analisi, di aperture che, oltre a testimoniare la fiducia del mondo industriale nei nostri confronti, generano un senso di sicurezza a tutti gli azionisti. Anche in quest’ottica stiamo pensando di rivedere la nostra struttura commerciale a livello europeo, dando nuovo vigore alle filiali in Italia, Gran Bretagna, Benelux e Spagna-Portogallo. Questo ci consentirà di esprimere al meglio il nostro potenziale - conclude Becker - migliorando anzitutto il servizio al cliente, che rimane il nostro obiettivo primario».  

I prodotti di ultima generazione - Fedele al core business tradizionale (macchine verticali per buste da bobina), Rovema ha messo a punto il sistema di saldatura Premiumseal, che  garantisce la perfetta tenuta delle confezioni.  Altro avanzamento è il sistema di gestione delle macchine P@ck-Control, che consente di configurare e gestire le singole macchine e le linee di produzione in modo facile: il software viene installato su touch screen Siemens o Rockwell.   

 

BVC 260
Macchina verticale dal design rivoluzionario ed ergonomico, che facilita le  operazioni di pulizia.
               


CMH-C 6
Il restyling dell’astucciatrice ne ha enfatizzato funzionalità, velocità ed ergonima. Anche in questo caso le operazioni di pulizia sono migliori e più facili.

imballaggio rivista packaging