ATTENZIONE... IN QUESTO SITO SONO ARCHIVIATI I CONTENUTI DELLA RIVISTA DAL 2008 AL 2011. CLICCA SOPRA PER PASSARE AL NUOVO SITO. GRAZIE










Pronti per il futuro



Nuovi standard di riferimento per l’automazione proposti dalla divisione Packaging di Schneider Electric.

La divisione Packaging di Schneider Electric sta gradualmente introducendo PacDrive3, successore di Pac­Drive M, che continua peraltro a essere una delle soluzioni di au­tomazione più efficaci al mondo. PacDrive3 incorpora una modalità di comunicazione basata interamente su Ethernet usando Sercos III e un nuovo ambiente di sviluppo software per ridurre ulteriormente i tempi di progettazione.

Unico tool di progettazione,
un solo progetto

SoMachine Motion è il nuovo ambiente di sviluppo software che serve l’intero processo di progettazione PacDrive 3, collaudo e diagnostica compresi. SoMachine Motion, infatti, include in un unico pacchetto gli strumenti per la progettazione del sistema di motion, la selezione dell’azionamento, lo sviluppo del programma, oltre alle applicazioni HMI per il collaudo, la diagnostica e la gestione dei dati. Inoltre, in futuro comprenderà anche un tool per l’automazione correlata alla sicurezza.

Il tool di sviluppo del software centrale di SoMachine Motion è basato su CoDeSys V3 e, dunque, presenta le innovative potenzialità della programmazione orientata agli oggetti.
Edesign - cuore pulsante di un nuovo tipo di strutturazione grafica delle funzioni macchina - semplifica ulteriormente la progettazione del software. Il concetto multi-utente con un database condiviso rappresenta, infatti, un enorme passo in avanti per una collaborazione efficiente, consentendo a tutti coloro che sono coinvolti nello sviluppo di un programma di gestione macchina di lavorare allo stesso progetto software. Si semplificano così le complesse procedure di gestione delle varie versioni e i lavori di coordinamento che, per definizione, rallentano il lavoro di squadra.
SoMachine Motion può essere usato anche in progetti di sviluppo che riguardano macchine automatizzate con PacDrive M: il lavoro precedente non viene toccato e il software sviluppato per progetti di macchine modulari può essere riutilizzato anche se il sistema passa a PacDrive 3.
Il concetto open safety del PacDrive 3 (sicurezza ai sensi della IEC 61508:1998, EN/ISO 13849:2006 ed EN 62061:2005) soddisfa i requisiti della nuova Direttiva Macchine 2006/42/EC con un approccio innovativo.
Che si tratti di soluzioni completamente integrate o di semplici progetti con cablaggi dedicati, questo concetto presenta tutta la flessibilità necessaria a soddisfare richieste specifiche. Nella soluzione integrata, il PLC di sicurezza PacDrive comunica tramite il bus Sercos con i rispettivi nodi, ad esempio drive e I/O.
Terminali di sicurezza vengono impiegati per integrare la comunicazione con sensori e attuatori. Inoltre, gli utilizzatori possono implementare funzionalità di sicurezza fino al livello SIL 3 in conformità con la IEC 61508.
SoMachine Motion è stato anche dotato di un editor per lo sviluppo di software di automazione correlato alla sicurezza; questo strumento comprende la diagnosi completa e funzioni di documentazione.

SFOGLIA ONLINE LA RIVISTA

imballaggio rivista packaging