ATTENZIONE... IN QUESTO SITO SONO ARCHIVIATI I CONTENUTI DELLA RIVISTA DAL 2008 AL 2011. CLICCA SOPRA PER PASSARE AL NUOVO SITO. GRAZIE










Etichettatura & Codifica



In continuo, ad alta velocità e in ambienti difficili

Il nuovo codificatore a getto d’inchiostro continuo a piccoli caratteri Videojet® 1610, messo a punto da Videojet Technologies Inc., garantisce ottima efficienza produttiva a velocità elevate (può stampare fino a cinque righe ad alta risoluzione a circa 300 m/minuto).



Etichettatura roll-fed: si cambia

P.E. Labellers SpA introduce una novità nel campo dell’etichettatura roll-fed, trasformando l’etichettatrice “hot-melt” in “adesiva”. (Ottobre 2009)



Prestazioni in mould

ARTICOLO - Un sistema integrato, studiato per produrre contenitori di plastica dotati di etichette in mould, è stato messo a punto e presentato presso lo stabilimento Viappiani. Quattro le aziende coinvolte nel progetto, unico l’obiettivo: valorizzare una tecnologia - quella dell’in mould, appunto - ad alto potenziale, creativo e funzionale. (Settembre 2009)



Fidarsi è bene, verificare è meglio

ARTICOLO - Quando la cassiera non riesce a leggere il codice di un prodotto ormai è troppo tardi… Indicod-Ecr ha attivato un servizio di verifica che previene indesiderabili problemi di decodifica all’uscita del punto vendita. (Settembre 2009)



Lasciare il segno

ARTICOLO - Soluzioni inedite di codifica e decorazione diretta degli alimenti, nuovi sistemi per la stampa grandi caratteri ad alta risoluzione, un reparto R&S in cui ingegneria hardware, software e chimica si integrano per conseguire l’eccellenza. Zanasi spiega la ricetta di un’azienda che non teme la crisi. (Settembre 2009)



Freddo (e caldo) assicurato

ARTICOLO - Obiettivo: il monitoraggio della temperatura nella supply chain e nell’industria farmaceutica. I vantaggi del nuovo tag RFId UHF lanciato da Caen Rfid. (Luglio 2009)



Tendenze GS1: aggiornamenti nel 2010

ARTICOLO - È piccolissimo ma capace di contenere un gran numero di informazioni; per questo può “tracciare” un’intera filiera produttiva, migliorando il controllo dei flussi logistici e aprendo nuove possibilità al category management. Lo aspettiamo per il prossimo anno. (Luglio 2009)



Adesivi per elettronica

Avery Dennison (filiale italiana a Gerenzano, VA) ha sviluppato un nuovo adesivo ad alte prestazioni e dal costo particolarmente interessante, per l’etichettatura di prodotti elettrici ed elettronici.



Sleeve “effetto carta”

Conferisce al prodotto una connotazione più naturale, mantenendo le caratteristiche e le prestazioni delle classiche etichette tubolari retraibili. La sleeve “effetto carta” è l’ultima novità di FP Sleeve (Vedano Olona, VA), presentata a Ipack-Ima 2009 e realizzata con l’impiego di inchiostri e finiture che hanno permesso di ottenere una resa visiva e tattile simile a quella dei materiali cellulosici.



Linerless in continuo

Ipack-Ima 2009 è stata l’occasione per presentare l’ampliamento della sezione print/apply di Altech Srl (Bareggio, MI) con due nuove versioni della linea ALcode.



L’RFID per il fashion

ARTICOLO - Presentati i risultati delle iniziative condotte dal RFID Lab dell’Università di Parma nell’ambito dell’industria della moda (tessile e abbigliamento). Ecco una sintesi. (Luglio 2009)



AGV: movimentare “intelligente”

ARTICOLO - I carrelli a guida automatica sommano i vantaggi di una gestione informatizzata delle funzioni operative con quelli derivati dalla razionalizzazione del personale e da una maggiore sicurezza. Le proposte di Nimax divisione Plantmatic, all’insegna della flessibilità. (Luglio 2009)



Ad hoc per le etichette

Apex UniFli (parte di Apex Group of Companies) ha sviluppato cilindri ultraleggeri per il settore dell’etichettatura, chiamati anilox UniFli® e caratterizzati da una struttura leggera in alluminio.



Etichette: per l’asportazione rifili

Soddisfazione in APS (Concorezzo, MI) per un aumento dei contatti del 10% in questa edizione di Converflex rispetto alle cifre 2006. Fari puntati sul trattamento dei rifili nella produzione di etichette adesive, con vari sistemi dedicati all’asportazione automatica degli scarti.



Chi ben comincia…

La canadese ETI Converting Equipment (macchine per la produzione di etichette autoadesive) apre il 2009 con ottimi risultati: nel solo mese di gennaio ha venduto 4 sistemi a un gruppo che opera in Costa d’Avorio e Ghana e a un grande produttore israeliano di imballaggi ed etichette.

Condividi contenuti
imballaggio rivista packaging