ATTENZIONE... IN QUESTO SITO SONO ARCHIVIATI I CONTENUTI DELLA RIVISTA DAL 2008 AL 2011. CLICCA SOPRA PER PASSARE AL NUOVO SITO. GRAZIE










Mercato & Progettazione



Quality Design in scena

54esima edizione dell’Oscar dell’imballaggio: chi ha vinto e perché



The Black Box Project

CREARE PER COMUNICARE Iggesund lancia una sfida alla creatività e coinvolge alcuni studi di design di livello internazionale, invitandoli a pensare “dentro la scatola”. Le risposte dei designer sono state all’altezza delle aspettative, e i progetti hanno interpretato in modo originale le molteplici qualità delle carte Invercote*, oggetto di una campagna di comunicazione. In rappresentanza dei colori nazionali, Brunazzi&Associati ha puntato a dare forma al gusto e allo spirito tutto italiano. A cura di Elena Zordan



Confezioni di bellezza

COSMESI E PROFUMERIA Secondo le elaborazioni annuali effettuate dall’Istituto Italiano Imballaggio, nel 2010 la produzione di cosmetici e profumi è riconducibile a 3.233 milioni di confezioni (+3,3% rispetto al 2009): un risultato che non solo recupera il calo dell’anno precedente, ma supera i valori 2008. Plinio Iascone

Secondo le analisi di mercato elaborate da Unipro per il 2010, il mercato italiano della cosmesi-profumeria ha registrato una dinamica produttiva positiva, sostenuta essenzialmente dall’importante ripresa delle esportazioni e dalla tenuta dei consumi.



Fare gli italiani

 […] La memoria degli eventi che condussero alla nascita dello Stato nazionale unitario e la riflessione sul lungo percorso successivamente compiuto, possono risultare preziose nella difficile fase che l’Italia sta attraversando, in un’epoca di profondo e incessante cambiamento della realtà mondiale. Possono risultare preziose per suscitare le risposte collettive di cui c’è più bisogno: orgoglio e fiducia; coscienza critica dei problemi rimasti irrisolti e delle nuove sfide da affrontare; senso della missione e dell’unità nazionale […].*

Testi a cura di Luciana Guidotti, Elena Piccinelli

Non stupisca l’incipit. Fuori di polemica, per commentare i risultati della nostra Indagine Italiani a interpack, abbiamo semplicemente voluto proporre in apertura di servizio le parole del Presidente della Repubblica, Giorgio Napoletano (che tanto e generosamente si è speso nell’anno del Centocinquantenario dell’Unità d’Italia), perché sottolineano un fattore a nostro parere decisivo anche per le sorti dell’industria nazionale: la necessità della coesione, tanto più importante oggi quando il mondo che ci circonda è, per certo, ricco di promesse per il futuro ma anche gravido di incognite.



Progettare la stampa di imballaggi

DI QUALITÀ E GREEN Entremont Alliance, produttore mondiale di generi di prima necessità, adotta una soluzione di eco-design per il packaging. Passo decisivo in questo processo,
il ricorso alla stampa flessografica degli imballaggi sostenuto dall’expertise DuPont.

Rispettare l’ambiente senza rinunciare alla qualità: è intorno a questo principio, ormai irrinunciabile, che si sta costruendo un nuovo rapporto di fiducia tra i consumatori e i produttori di generi alimentari. Ne consegue che i grandi gruppi distributivi e i marchi più affermati sono portati basare le proprie strategie e i propri obiettivi di sviluppo sostenibile sull’adozione di tecnologie e substrati diversi dal passato. Forti, in questo campo, i richiami che arrivano da studi indipendenti, impegnati a indagare l’impatto ambientale dei diversi processi di stampa per scegliere il più “rispettoso” dell’ambiente.
Ed è proprio in quest’ambito che si inserisce il progetto di Entremont Alliance - produttore di livello mondiale di formaggio pressato, siero, polveri e burro - che si è posto l’obiettivo di modificare il rapporto tra stampa rotocalco e flexo, facendolo passare da 80/20 a 50/50 e applicandolo a tutte le sue soluzioni di confezionamento, senza perdere in efficienza e qualità grafica.



Bravi in Quality Design

LE NOMINATION Spazio ai 25 candidati all’Oscar dell’imballaggio 2011  selezionati in base alla coerenza grafica, comunicativa e strutturale, in una parola Quality Design. In rilievo anche l’eccellenza in Ambiente, Comunicazione e Tecnologia.


Tornare a crescere

Più potere d’acquisto per le famiglie a basso reddito, rilancio dell’occupazione femminile, liberalizzazioni e modernizzazione della rete distributiva sul territorio. In una ricerca Indicod-Ecr, le proposte del largo consumo per favorire la ripresa.

In Italia da anni i consumi crescono molto lentamente e nel 2009, per la prima volta, hanno manifestato una vera e propria contrazione (-2,2%), solo in leggera ripresa nel 2010. Secondo Indicod-Ecr (l’associazione italiana che raggruppa 35mila aziende industriali e distributive del largo consumo), il fenomeno è dovuto a quattro cause fondamentali. Tre sono di tipo strutturale - invecchiamento demografico, basso livello di occupazione femminile, aumento relativo delle spese obbligate a svantaggio di quelle discrezionali - e una di tipo congiunturale: la più grave recessione degli ultimi 70 anni.



Via al Pentawards

Fino al 20 maggio 2011 sarà possibile iscriversi alla 5a edizione del concorso mondiale Pentawards: la competizione, sponsorizzata da Avery Dennison, EskoArtwork, Luxe Pack e Sleever International, è aperta a packaging designer, brand owner e fornitori di imballaggi, che possono presentare le loro migliori creazioni in più di 44 categorie suddivise in cinque ambiti principali (alimentazione, bevande, prodotti per la cura del corpo, beni di lusso e altri mercati).



Freschi e preconfezionati

I numeri e i trend di un mercato in rapida evoluzione, a cui l’imballaggio garantisce risposte adeguate. Plinio Iascone

L’adozione di stili di vita molto diversi dal passato ha impresso un’accelerazione significativa allo sviluppo dei prodotti freschi preconfezionati, condizionando al contempo le modalità e, soprattutto, i luoghi di consumo dei pasti.
L’aumento dei “single”, per esempio, ha inciso sull’orientamento a utilizzare confezioni più piccole, a rifarsi ai menu pronti, ai prodotti surgelati porzionati e alle confezioni da utilizzare nel forno a microonde.



I piu' belli del mondo

Il concorso di packaging design WorldStar 2010 ha proclamato ben 135 vincitori che verranno celebrati durante Interpack. Ed è stato affiancato da un’edizione particolarmente stimolante dello Student WorldStar, di cui presentiamo i tre progetti premiati e i dieci che hanno conquistato la menzione speciale.

Sono 135 (su 278 candidati, nessuno dei quali italiano) i vincitori del WorldStar 2010, ovvero il concorso internazionale di packaging design promosso dalla World Packaging Organization. Valutati in due passaggi successivi da una giuria internazionale di 24 membri (che comprende anche un socio della International Packaging Press Organization), sono stati proclamati in novembre e saranno festeggiati durante la serata di gala che si svolgerà il 17 maggio a Interpack.



ISEM We Shape Your Dreams

La ISEM si qualifica come partner di valore, in grado di dare forma alle idee dei clienti con prodotti di altissima qualità grafica e dei materiali, attraverso soluzioni uniche, innovative e personalizzate.
Dal prodotto alla servitizzazione: ISEM offre servizi tailor made, dalla progettazione alla grafica, dalla continua ricerca e proposta di nuovi materiali (certificati, testati anche da un punto di vista ecologico) alle soluzioni logistiche che ottimizzano i costi con l’obiettivo di integrare, sempre più, prodotto e servizio.
Il valore aggiunto di ISEM è rappresentato dal team giovane ma di grande esperienza, in grado di garantire professionalità.
Negli ultimi anni l’azienda ha integrato la produzione di scatole e astucci con servizi di riempimento e confezionamento del prodotto finito - la scatola - grazie al suo esclusivo e distintivo servizio di “full service”, che garantisce anche la spedizione alla sede del cliente o ai punti vendita di riferimento.



Premi al packaging design

Inform-Trait d’union ottiene importanti riconoscimenti, per la miglior confezione natalizia del whisky Ballantine’s (Pernod-Ricard) e per la linea Intimo di Spuma di Sciampagna (Italsilva).



Greenwashing: comunicare senza mistificare

“Tingere di verde” prodotti e marche rischia di rovinare il mercato dei prodotti davvero sostenibili. Da una ricerca di greenbean emergono i sei errori più diffusi, e i motivi per cui vanno evitati.



Crescita e design dei tubetti

I produttori europei di tubetti hanno affrontato con determinazione la crisi globale e hanno registrato risultati allineati a quelli record ottenuti nel 2008. Nella prima metà del 2010 la produzione totale dei membri Etma (associazione dei produttori europei di tubetti) è cresciuta del 12% (pari a 5.5 miliardi di pezzi).



Dolci, colorati ritorni

Il Gruppo Bauli ha acquisito il marchio Alemagna un anno fa ed ora lo rilancia sul mercato, investendo circa un milione di euro e con un obiettivo chiaro: fare di Alemagna la marca dolciaria più nota sul canale tradizionale in tutta Italia. Il progetto di posizionamento e di rilancio è stato affidato all’agenzia milanese  CarmieUbertis, che ha dovuto rivisitare la corporate identity, l’immagine dei prodotti nonché i vari strumenti di comunicazione, tra cui il sito web, il materiale PV e il catalogo.

Condividi contenuti
imballaggio rivista packaging